HI-FI Dream

Gli altoparlanti usati per questo progetto sono secondo me campioni del rapporto qualità / prezzo. Badate bene, non sono prodotti economicissimi nè tantomeno gli unici che hanno questa caratteristica, sono semplicemente quelli che ho scelto io e che alla prova dei fatti hanno mantenuto le ottime promesse che facevano sulla carta.

Partento dall'alto verso il basso, sia come posizione fisica che come frequenze riprodotte, abbiamo il tweeter e il midrange della Seas serie Prestige. Il tweeter è il 22TFF (H1280) mentre il midrange è l'MCA12RC (H1304). Entrambi dotati di una risposta in frequenza estremamente regolare e una fama di prodotti ben suonanti che non richiedono un mutuo per il loro acquisto.

Una foto dei nostri campioni è d'obbligo:

Seas-22TFFSeas-MCA12RC

Una delle caratteristiche più interessanti del tweeter è la sua particolare struttura che dovrebbe permettergli il comportamento in altissima frequenza di un 19mm mentre in

basso mantenere le caratteristiche di un classico 1". Promesse anche in questo caso assolutamente mantenute.

Il midrange invece ha dalla sua una velocità sconosciuta ai midwoofer che spesso
vengono chiamati a riproporre anche la gamma media. Certo i 4,58g di massa mobile
parlano da soli, comunque finchè non lo si sente in azione è
difficile spiegare cosa
sia
capace di fare questo piccolo gioiellino di scuola nordica. In asse o fuori asse cambia poco, ha sempre un comportamento che all'ascolto è goduria allo stato puro.

Per dovere di cronaca riporto anche i dati dei trasduttori prelevati dai datasheet delle rispettive case costruttrici.

 

22TFF:

Seas 22TFF Risposta in Frequenza

 

 

Seas 22TFF Dati Dichiarati

MCA12RC:

 

Risposta in Frequenza Seas-MCA12RC

 

T&S Seas-MCA12RC

 

 

Per finire la gamma bassa è stata assegnata ad un'altro purosangue anche se potrebbe essere preso poco in considerazione visto che ha, udite udite, il cestello in lamiera. Parliamo del Peerless SLS213 (P830667). Si tratta di un 8 pollici studiato fin nei minimi dettagli per avere un'equilibrio pressochè perfetto in ogni comportamento e in ogni dettaglio della sua realizzazione. Partiamo proprio dalla realizzazione fisica, è vero ha un cestello in lamiera, ma... proviamo a vederlo e facciamoci un'idea di cosa sia. Il suo cestello è senza ombra di dubbio il miglior cestello in lamiera che mi sia mai capitato di vedere. Meglio anche di moltissimi cestelli in alluminio che ci sono in giro. Ma non è soltanto un bel vedere, anche tutti i dettagli di ingegnerizzazione lasciano a bocca aperta. Ho paura che la foto non gli renda giustizia.

Purtroppo mi sono dimenticato di fotografarlo come si deve quando non era ancora montato. Nelle foto che ho trovato in internet sembra che nessuno si sia preso la briga di fotografare il lato B con l'enorme magnete e la bobina mobile a vista per migliorarne il raffreddamento. Ecco una di queste foto che ne fa intuire le potenzialità.

Peerless-P830667

 

Mentre quelle che ho scattato io, anche se non di alta qualità, possono aiutare a chiarire eventuali dubbi. Ho fatto delle foto di comparazione con un onestissimo Ciare HW211 anche se non voleva essere un vero confronto, semplicemente era lì e ho fatto delle foto dei due insieme.

Eccoli:

Peerless-P830667 VS Ciare HW211

 

Un confronto dall'alto:

Peerless-P830667 VS Ciare HW211

 

La struttura del cestello è fatta per un montaggio superficiale senza che lo si debba portare a filo fresando il frontale. In realtà, alle frequenze a cui lavora il woofer, non sarebbe comunque indispensabile portarlo a filo. Spesso lo si fa per ragioni prettamente estetiche. Qui anche questo problema è già stato risolto dai tecnici danesi. Hanno fatto di tutto per aiutarci, forse dovrei inviare un cestino con un piccolo dono per ringraziarli.

Ecco i dati dichiarati dalla Peerless:

Risposta in Frequenza Peerless-P830667

 

 

T&S Peerless-P830667

 

 

 

Disegno Quotato Peerless-P830667

 

 

 

Qualcuno potrebbe storcere il naso per la bassa sensibilità di questo trasduttore, ma la verità è che da un 8 pollici che fa veramente da woofer è questo che si ottiene. Nessuno si fa beffa della fisica, se si vuole maggior sensibilità ci si rimette su qualche altro parametro, ma non sarebbe poi adatto al caricamento prescelto. Nonostante la bassa sensibilità direi che il sorriso ci può tornare immediatamente sulle labbra osservando la Xmax, con 8,4mm di escursione lineare il volume con un amplificatore un po' brioso non mancherà nel nostro soggiorno. 

 

 

Presentazione EM-D3 (Rewind) 

freccia sinistra1

Caricamento Altoparlanti 

freccia

 

N.B. "Al fine di rendere il tutto ancora più interessante, per contattare il progettista, oltre hai metodi classici, ci si può avvalere del modulo commenti sottostante. Tale modulo ci da la possibilità di creare un vero è proprio centro nevralgico di informazioni inerenti al progetto, in tal modo è possibile rilasciare: pareri, critiche, domande (rivolgendosi direttamente al progettista) e tanto tanto altro. Anche questa è una fonte di crescita e di confronto per il progettista, per il progetto e per tutti coloro che si pongono domande." 


NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo